Mostra: Salvador Dalí che fa cose e vede gente

secondo me era di vitale importanza farsi una foto coi suoi baffi. Sono stata elemento di disturbo per qualche minuto e ho anche chiuso il passaggio, la gente non era per niente contenta ed io mi sono anche vergognata un po'. ma volevo i suoi baffi.
Mostra: Salvador Dalí che fa cose e vede gente

Fino al 15 ottobre 2017 si terrá la mostra “Dalí, Breaking News” al Palau Robert, Barcellona ovviamente.

Io ci sono stata oggi, una bella scusa per togliermi il pigiama.

Qualche nozione base sulla sua vita: Salvador Dalí nasce nel 1904 a Figueres, un paesino della Catalunya vicino Barcellona. Era pittore, scultore, cineasta, scrittore e, chi più ne ha più ne metta, in poche parole, un’artista a tutto tondo. Non solo, si dice avesse un fiuto non da poco per gli affari e sapeva bene come aumentare i propri introiti. Per esempio: faceva un quadro e lo vendeva, che ne so, a 10.000 euro. Quei soldi li riutilizzava per comprarsi delle buone materie prime per realizzare una scultura che poi vendeva al doppio del valore del quadro, a 20.000 euro. Il guadagno ottenuto lo spendeva per acquistare dell’oro il quale trasformava in un gioiello dal design ricercato e, vendendolo, ci guadagnava il triplo. E così via. Alla fine della fiera era un business man, per di più bravo. Amava follemente Gala che era anche la sua musa, quando lei morí non prese mai piú in mano un pennello. Vivevano in una casetta al mare, in Costa Brava, e se volete saperne di piú leggete QUA

TORNANDO ALL’EXPÓ: analizza la vita di Dalí dal punto di vista giornalistico concentrandosi sull’abilitá che aveva l’artista di convertirsi nel centro dell’attenzione mediatica. Era egocentrico con forti manie di protagonismo, non si sentiva bene se non diceva la sua e inoltre adorava discutere con chi non la pensava come lui. Affermava: “é curioso perché mi interessa molto di piú stare in contatto con quelle persone che la pensano diversamente da me che con quelle con le quali sono in sintonia”. Le foto d’archivio lo mostrano in vari e svariati posti e situazioni, con gente sempre diversa. Dalí fa cose, vede gente e nessuno, conoscendolo un minimo, pensava il contrario. Tipo come quando é andato allo zoo con una modella ma lui si é fatto fotografare con una scimmia albina chissenefrega della bella ragazza, un giorno ad esempio si é fatto intervistare e si é presentato con un felino africano, cosí tanto per, come se fosse il suo cane. Comunque, aperta parentesi, lui amava gli animali soprattutto imbalsamati. Nella sua casa a Portlligat c’é un orso bianco gigante che ti da il benvenuto, si trova nel salone d’ingresso. Nella libreria invece ci sono due cigni con le ali spiegate mentre in camera da letto dei capretti, sempre imbalsamati. In giro, attaccate alle pareti aveva delle piccole gabbiette dove ci teneva i grilli perché adorava la musicalitá del loro canto. Dicevamo, ci sono molte foto in mostra: lui con il produttore Walt Disney e sua moglie o lui mentre imparte una lezione di disegno aiutando una modella a stendersi sul lettino, lei ovviamente era nuda. E molte altre…

Niente, enjoy le foto e le didascalie cosí vi fate un’idea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *