Dove mangiare gli spaghetti alla chitarra piú buoni di sempre

la sfoglia viene pressata col mattarello fino a che le corde della chitarra non la tagliano in sezioni verticali e ne fanno nascere spaghetti.
Dove mangiare gli spaghetti alla chitarra piú buoni di sempre

Partiamo dal presupposto che questo di cui vi parleró é un luogo un po’ fuori dagli standard. Non si tratta di un ristorante, molto meglio. Nemmeno di un bar, nulla a che vedere. Lontano un miglio dai soliti barettini cool in cui vai a fare il brunch. E’ semplicemente un NON luogo. Di passaggio. Ma ha tutte le caratteristiche e potenzialitá per diventare, dall’oggi al domani, collezionista di stelle Michelin. Si chiama Spaghetti a la Guitarra. Entri ed é finito lí. 5 tavoli, ordini al banco e lasci il tuo nome tipo da starbucks poi quando ti chiamano prendi le forchette di plastica e mangi. Nel menú non troverai antipasti, secondi piatti o cose cosí ma solo primi piatti, anzi, primo piatto perché la scelta é una e mi pare d’esser stata chiara giá nel momento in cui vi ho accennato il nome del locale. Spaghetti alla Chitarra per tutti dunque. Alla boscaiola, ai funghi e panna, all’amatriciana, alla puttanesta, all’australiana, al pesto e chi piú ne ha piú ne metta. Ma sempre ed esclusivamente Spaghetti alla Chitarra. Se vuoi i ravioli o le lasagne vai da un’altra parte. Buoni, buoni, buoni. Ed economici. La mini porzione, che in realtá tanto mini non é, costa 2,50 euro. Quindi l’ideale é provare due condimenti distinti per un totale di 5 miseri euro. Voi direte, perché andare a mangiare la pasta quando siamo italiani e possiamo cucinarcela per i fatti nostri? Bene, adesso ditemi chi di voi ha una chitarra a casa e soprattutto chi oggi giorno ha voglia e soprattutto tempo di stendere la sfoglia. Io non ho nemmeno 5 minuti per andare al super e comprare la farina di grano duro figuriamoci se mi metto ad impastare. Insomma fate voi, io vi ho avvisato, sono buonissimiiiiiiiiiiiii. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *